Viveva rinchiuso giorno e notte dentro un piccolo trasportino e, quando la proprietaria non c’era, veniva legato ad una piccola catena: questa la misera vita cui era costretto un cagnolino di razza Chihuahua, di circa 8 anni, segnalato dal Comune di Fano al nucleo di guardie dell’OIPA di Pesaro Urbino.

Apatico, magrissimo e affetto da piorrea, il cagnolino era privo di denti oltre che visibilmente sofferente per la mancanza di cure adeguate e dallo stato di reclusione protratto nel tempo.

Liberatao dalle guardie, il piccolo Chihuahua, di nome Takor, che dal libretto sanitario risultava proveniente dalla Polonia, è stato condotto al canile sanitario comunale di Pesaro per degli accertamenti, e successivamente, verrà trasferito al canile comunale di Fano.
Non appena sarà disposta la confisca,Takor potrà essere dato in affido a dei custodi amministrativi che permetterebbero ad un cane così delicato di vivere in un ambiente più consono alle sue condizioni di salute, molto vulnerabili.

La proprietaria, una donna che versava in uno stato di disagio sociale e con gravi problemi di tossicodipendenza, è stata sanzionata e condannata al pagamento di un’ammenda di 400 euro per mancate cure.

Attachments