Un pullo di Ghiandaia ritrovato caduto a terra è stato portato alle guardie dell’OIPA di Pistoia che hanno provveduto ad accoglierlo e accudirlo fino alla liberazione. E’ curioso sapere che le ghiandaie sono dotate di una memoria eccezionale, infatti, il nome “ghiandaia” deriva dal fatto che durante l’autunno ripone il cibo (ghiande soprattutto) in nascondigli sotto terra, per poi ritrovarli durante l’inverno.
La ghiandaia, come tutti i corvidi, è in grado di imitare i suoni, persino un miagolio di un gatto! Questa abilità le serve per spaventare i suoi predatori imitando richiami di altre specie, per esempio dei rapaci.

Se vi capita di recuperarle, ricordatevi che i pulcini sono insettivori/carnivori, niente pane o latte. Potete dargli bachini (gramignole) o anche piccole palline di macinato.

Share This