19 luglio – CAROL E’ TORNATA IN FORMA E HA TROVATO UNA SPLENDIDA FAMIGLIA

Vi ricordate la storia di Carol, la San Bernardo comprata come regalo di Natale, cresciuta troppo e chiusa per due anni in una stanza? Ecco i primi passi della sua nuova vita, a tre mesi dal sequestro di marzo 2018, quando Carol è stata trovata denutrita e con una grave patologia oculare in stato molto avanzato, che le impediva quasi completamente di vedere.

Oggi Carol ha recuperato ben 17 kg di peso, raggiungendo quasi il suo peso forma, è stata operata con successo agli occhi, che fortunatamente non hanno subito danni, ha subito l’intervento di gastropessi preventiva, ed è stata sterilizzata. La notizia più bella, che riempie il cuore di gioia, è che la dolcissima Carol ha trovato adozione ed è partita per la provincia di Alessandria, dove è stata accolta proprio come un membro della famiglia.

I volontari dell’OIPA di Bologna ringraziano tutti coloro che hanno sostenuto Carol fino ad oggi, con preziosi contributi fondamentali per le costosissime cure cui è stata sottoposta. Un grazie anche ai volontari del canile “Il vagabondo” di Sasso Marconi, che si sono presi cura di questo dolcissimo gigante buono.

19 aprile 2018 – COMPRATA DA CUCCIOLA COME REGALO DI NATALE, MA POI PICCHIATA, MALTRATTATA E RINCHIUSA IN UNA STANZA PER ANNI: QUESTO IL TRISTE DESTINO DI CAROL, SAN BERNANDO SEQUESTRATA E SALVATA DALLE GUARDIE ZOOFILE DELL’OIPA DI BOLOGNA

Un cucciolo, magari di razza e comprato a caro prezzo, viene spesso usato come regalo da mettere sotto l’albero di Natale: travolti dalla grande tenerezza si decide, magari d’impulso, senza stare troppo a pensarci su, di acquistare un batuffolo piccolo e simpatico; e lo si coccola, e lo si porta a passeggio, lo si mostra in tutta la sua bellezza. All’inizio; ma poi il tempo passa, la novità svanisce e, piano piano, il tempo dedicato al nuovo arrivato diminuisce sempre di più, e dall’idillio iniziale, la vita di quel che era un cucciolo, diventa un incubo. Questo è il destino di tanti, troppi, cuccioli acquistati come oggetti solo per l’egoismo di chi prende un cane come se comprasse un oggetto senza emozioni, sentimenti o capacità di soffrire.

Molte volte questi cuccioli finiscono abbandonati nei canili, ma altre, purtroppo succede qualcosa di ben peggiore: questa è la storia di Carol, grossa e buona san bernardo costretta a vivere rinchiusa in una stanza per anni, malmenata perché sporcava in casa e terribilmente denutrita. Allertati da un vicino che sentiva da casa sua il rumore della violenza verso la cagnolona, Carol, dopo due anni di questo incubo, è stata sequestrata dalle guardie zoofile dell’OIPA di Bologna, che ora si prenderanno cura di lei, ed hanno denunciato il proprietario per maltrattamento.

Sottopeso di circa una ventina di chili, Carol è anche affetta da una grave patologia oculare, sempre più grave a causa dell’incuria dei proprietari e che in mancanza di un intervento, avrebbe portato alla cecità definitiva. Troppo debilitata e magra, Carol è così denutrita da non poter neanche essere operata: sarà necessario tanto impegno per rimetterla in sesto e, a guarigione raggiunta, sarà pronta per trovare una famiglia che la ami per davvero.

 

Leggi la campagna dell’OIPA “Non comprare, adotta”: http://www.oipa.org/italia/non-comprare-adotta/

 

Attachments
  • verso-casa-1600x1200
  • carol-verso-casa-1600x1200
  • carol-dopo-intervento-5-1600x1200
  • carol-dopo-intervento-4-1600x1200
  • carol-dopo-intervento-1-1600x1200
  • foto-03-copia
  • foto-02-copia
  • foto-01
  • foto-04
  • foto-03
  • foto-02