Solitudine, angoscia, fame di affetto e di libertà: in due anni di vita, Nino, dolcissimo meticcio, non ha mai conosciuto nulla di positivo. Incappato nelle mani sbagliate, questo giovane cane si è ritrovato a subire una delle peggiori umiliazioni, l’indifferenza e l’isolamento sociale da parte di chi avrebbe dovuto occuparsi di lui. Abbandonato a se stesso in un giardino di proprietà, Nino era solo 24 ore su 24, privato di qualsiasi attenzione. Nessuna passeggiata, nessun ingresso in casa, nessuna cura, ma, soprattutto, mai una carezza né un segno d’affetto.

Confinato in un giardino giorno e notte, esposto al freddo, al caldo, con qualsiasi temperatura atmosferica, Nino non aveva alcun accesso a quella che avrebbe dovuto essere la sua casa e ululava continuamente per far sentire il suo dolore.  Nutrito a pane secco gettato tra il fango e i suoi escrementi, non aveva diritto neanche ad una cuccia, tanto che come unico riparo dalle intemperie aveva a disposizione solo un armadio rovesciato.

Segnalato alle guardie dell’OIPA di Cremona, intervenute immediatamente in suo aiuto insieme alla Polizia Locale, Nino è stato liberato dall’incubo vissuto fin da quando era solo un cucciolo e quando ha capito di essere al sicuro, durante il viaggio verso la clinica veterinaria, si è finalmente lasciato andare, riempendo le guardie di baci ed effusioni d’affetto.

Visto che non era mai stato condotto da un veterinario, è stato anche sottoposto ad un check-up completo, risultando fortunatamente in buono stato di salute anche se magro e molto trascurato, tanto che il pelo era pieno zeppo di nodi. Rimasto riceverato per diversi giorni sotto flebo, è stato vaccinato e sottoposto anche ai test della leishmaniosi e della filariosi, per fortuna negativi.

Ora al sicuro presso uno stallo, Nino è seguito da educatore cinofilo che si sta prendendo cura di lui e, fra qualche mese, non appena si riprenderà dal trauma subito, sarà adottabile.

Nel frattempo, il nucleo dell’OIPA di Cremona chiede a chiunque possa offrirlo un piccolo aiuto per continuare a prendersi cura di Nino nel migliore dei modi, per affrontare le spese veterinarie, del ricovero, dei controlli e dello stallo presso cui è accolto.

Info su Nino e la sua futura adozione: Sabina Rizzi, Coordinatrice Guardie Eco zoofile OIPA Cremona e provincia, Tel. 348 3285329; guardiecremona@oipa.org

Offerta Nino - Guardie OIPA Cremona

CONTO CORRENTE POSTALE Vai in posta e compila un bollettino postale inserendo l’importo e la causale “Offerta Nino  – Guardie OIPA Cremona” su c/c n.43 03 52 03 intestato a: OIPA Italia

BONIFICO BANCARIO Effettua un bonifico con l’importo sul conto corrente n.43 03 52 03 banco posta Codice IBAN: IT28 P076 0101 6000 0004 3035 203 BIC/SWIFT (per bonifico estero) BPPIITRRXXX con la causale “Offerta Nino  – Guardie OIPA Cremona”

ASSEGNO Invia un assegno bancario non trasferibile intestato a OIPA Italia a: OIPA Italia – via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano

CARTA DI CREDITO Solo per il pagamento con CARTA DI CREDITO cliccate il tasto INVIA LA DONAZIONE, e all’interno della pagina immettere l’offerta

 

Attachments
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-12
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-11
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-10
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-9
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-7
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-6
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-4
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-2
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-1
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-12-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-11-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-10-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-9-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-7-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-5-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-4-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-3-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-2-1600x1200
  • cremona-gez-salvataggio-cane-nino-1-1600x1200
Share This