Se si decide di non mettere il microchip a “Fido” o si dimentica di farlo, si rischia una sanzione fino a 259 euro, contro la vecchia normativa che prevedeva soltanto 154,00 euro, sanzione praticamente decuplicata. Il microchip è uno strumento fondamentale per la prevenzione del reato di abbandono e conseguente randagismo.

Le guardie dell’OIPA di Roma anche ad agosto hanno proseguito ad effettuare i controlli. Secondo i dati in possesso dell’OIPA, sarebbero circa 11.000 i cani abbandonati che transitano nei canili pubblici del Lazio, con grande sofferenza per gli animali e costi di milioni di euro per i comuni.

Auspichiamo più controlli soprattutto da parte delle Polizie locali e delle ASL.

 

Attachments
  • controlli-microchip-gez-roma-1-1600x1200
Share This