Comprati compulsivamente in un negozio cinque anni fa e poi rinchiusi in un piccolo recinto dove filtra a malapena la luce del sole, senza un giaciglio, costretti a dormire sulla terra e il cemento, privati della libertà e persino delle più basilari cure veterinarie. Sono le condizioni in cui hanno vissuto fino ad oggi quattro cagnolini di razza Pinscher detenuti da una persona già nota alle Forze dell’ordine per una patologia compulsiva d’accumulo e a cui in passato il Corpo Forestale dello Stato aveva sequestrato numerosi pappagalli.

Segnalati alle Guardie zoofile dell’OIPA di Bergamo a seguito del ricovero per TSO (trattamento sanitario obbligatorio) del proprietario, i cagnolini erano detenuti 24 ore su 24 all’interno di una piccola recinzione, costretti a stare sempre al freddo e all’ombra, liberati nel giardino esterno dell’abitazione solo in occasione della pulizia dell’area in cui sostavano.

Mai una passeggiata, mai una carezza, né, tantomeno, un giaciglio o una coperta su cui riposare. Il trattamento riservato ai pinscher era ben diverso da quello destinato ad altri quattro cani presenti nella proprietà, liberi di girare nel giardino e tutti ritrovati in buono stato di salute, a differenza dei pinscherini che, visitati da un veterinario allertato sul posto dalle guardie dell’OIPA, presentavano tutti congiuntivite agli occhi e aree alopeciche in diverse parti del corpo, tra cui coda, schiena e orecchie, causate proprio dal continuo contatto con il cemento.

Dopo aver impartito una serie di prescrizioni in merito alla detenzione anche di altri animali, tra cui numerosi canarini, colombi e galline, le guardie dell’OIPA di Bergamo stanno provvedendo alle cure veterinarie e alla ricerca di un’adozione per i quattro cagnolini battezzati Lancillotto, Salsiccia, Stecco e Paul Newman.

Chiunque avesse la possibilità di offrire un’adozione/stallo per uno di loro può farsi avanti contattando la Coordinatrice delle Guardie dell’OIPA di Bergamo.
E’ possibile contribuire anche versando un’offerta che servirà per garantire le cure veterinarie di cui hanno bisogno.

Info: Heidi Cardile, Coordinatrice Guardie Eco-Zoofile Bergamo e provincia; guardiebergamo@oipa.org

Offerta cure pinscher - Guardie OIPA Bergamo

CONTO CORRENTE POSTALE Vai in posta e compila un bollettino postale inserendo l’importo e la causale “Offerta cure pinscher – Guardie OIPA Bergamo” su c/c n.43 03 52 03 intestato a: OIPA Italia

BONIFICO BANCARIO Effettua un bonifico con l’importo sul conto corrente n.43 03 52 03 banco posta Codice IBAN: IT28 P076 0101 6000 0004 3035 203 BIC/SWIFT (per bonifico estero) BPPIITRRXXX con la causale “Offerta cure pinscher  – Guardie OIPA Bergamo”

ASSEGNO Invia un assegno bancario non trasferibile intestato a OIPA Italia a: OIPA Italia – via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano

CARTA DI CREDITO Solo per il pagamento con CARTA DI CREDITO cliccate il tasto INVIA LA DONAZIONE, e all’interno della pagina immettere l’offerta

[gallery_bank type=”images” format=”masonry” title=”true” desc=”false” responsive=”true” display=”all” sort_by=”random” animation_effect=”bounce” album_title=”true” album_id=”0″]

Attachments
  • salsiccia-1600x1200
  • salsiccia-2-1600x1200
  • paul-newman-2-1600x1200
  • lancillotto-1600x1200