“Quando il cuore è grande c’è spazio per due”: Ringhio è stato accolto in una casa dal cuore grande dove non solo i suoi affidatari si sono innamorati di lui, ma hanno anche deciso di non separarlo dall’amico con cui ha condiviso i suoi giorni di canile. Ora Ringhio è ufficialmente in una casa al caldo, dove può riposare ed esser tenuto sotto controllo costante per tutelare la sua salute.

Molto spesso nel nostro operato le persone ci sorprendono in negativo, sconvolgendoci per l’incapacità di amare, per la totale mancanza di empatia e, a volte, persino per la crudeltà con cui commettono certe azioni, ma altre volte sanno sorprenderci.

Le guardie dell’OIPA di Ancona ringraziano pubblicamente la famiglia che ha accolto Ringhio e il suo amico Rey non solo perché meritano il nostro plauso, ma perché sono d’esempio per tutti coloro che stanno esitando nelle adozioni.

Un grazie di cuore anche a chi ha aiutato Ringhio fino ad ora, garantendogli cure, un posto accogliente, cibo e coccole quotidiane.

LA STORIA DI RINGHIO

25 settembre 2020 – CONDANNATO A MORIRE IN UN PICCOLO BOX PER FARE DA GUARDIA AI POLLI, RINGHIO, MAREMMANO SEQUESTRATO DALLE GUARDIE ZOOFILE OIPA DI ANCONA, HA BISOGNO DI CURE

Viveva detenuto in un piccolo box perché “doveva” far da guardia ai polli di un allevamento di Monte Roberto, in provincia di Ancona. Ringhio, questo il nome del cane, era costretto a giacere tra le sue feci e resti di pollame, in un ambiente ristretto e malsano che pullulava di mosche ed insetti.
Ancora più grave, è lo stato di incuria in cui è stato trovato dalle guardie zoofile dell’OIPA: al momento del sopralluogo, infatti, Ringhio presentava una grave lacerazione alla zampa anteriore destra che continuava a sanguinare, tanto che sul pavimento del box c’era una quantità impressionante di sangue.
Una situazione che si protraeva da circa un mese e che ha messo in serio pericolo la vita di questo splendido maremmano, ritrovato in uno stato di estrema sofferenza.

Sequestrato e trasportato d’urgenza in una clinica privata, Ringhio è stato operato per asportare la massa presente, nel tentativo di non fargli perdere la zampa e, fortunatamente, gli esiti dell’esame istologico hanno confermato che la massa è di natura benigna. Ancora sotto terapia, Ringhio, che a differenza di come è stato descritto, è un cane molto docile e affettuoso, sembra rispondere bene all’intervento chirurgico, ma per risollevarsi dal maltrattamento subito, ha bisogno anche del nostro conforto.

Chiunque desideri aiutarlo, può offrire un contributo che aiuterà le Guardie eco zoofile dell’OIPA di Ancona a sostenere le sue cure.

Il proprietario di Ringhio è ora indagato per maltrattamento e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze.

Info su Ringhio e gli aiuti da offrire:  Luana Bedetti, Coordinatrice Guardie Ancona e provincia; Tel. 351 8861520; guardieancona@oipa.org

Offerta Ringhio - Guardie OIPA Ancona

CONTO CORRENTE POSTALE Vai in posta e compila un bollettino postale inserendo l’importo e la causale “Offerta Ringhio – Guardie OIPA Ancona” su c/c n.43 03 52 03 intestato a: OIPA Italia

BONIFICO BANCARIO Effettua un bonifico con l’importo sul conto corrente n.43 03 52 03 banco posta Codice IBAN: IT28 P076 0101 6000 0004 3035 203 BIC/SWIFT (per bonifico estero) BPPIITRRXXX con la causale “Offerta Ringhio  – Guardie OIPA Ancona”

ASSEGNO Invia un assegno bancario non trasferibile intestato a OIPA Italia a: OIPA Italia – via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano

CARTA DI CREDITO Solo per il pagamento con CARTA DI CREDITO cliccate il tasto INVIA LA DONAZIONE, e all’interno della pagina immettere l’offerta

 

Attachments
  • ringhio-adottato-4-1600x1200
  • ringhio-adottato-2-1600x1200
  • ringhio-adottato-1-1600x1200
  • ringhio-post-operazione-1600x1200
  • ringhio-appena-recuperato-1600x1200
  • ringhio-1600x1200
  • ringhio-3-1600x1200
  • ringhio-2-1600x1200
  • ringhio-1-1600x1200
Share This