Guardie zoofile OIPA













OIPA


Vai al sito dell'OIPA


Diventa follower OIPA



Iscriviti al canale

You tube OIPA


ATTIVITA' GUARDIE ECOZOOFILE OIPA VENEZIA

Sostieni le guardie zoofile OIPA Venezia e provincia alla paginahttps://www.guardiezoofile.info/ecozoofile/venezia.html

Luglio 2013 - 65 interventi svolti dall’inizio del 2013
Dall’inizio dell’anno continuano i vari interventi delle Guardie Ecozoofile dell’Oipa Venezia.
Sono stati svolti, a data odierna, ben 65 interventi tra sopralluoghi, sequestri, aperture di fascicoli in Procura, da parte di tre guardie eco zoofile che operano su tutta la provincia veneziana.
A breve saranno affiancate da altre guardie eco zoofile. Continuano infatti i due corsi formativi, per le aspiranti guardie, tenuti dalla coordinatrice Loredana Flego.

Giugno 2013 - Cane trovato denutrito, sequestrato dalle Guardie Ecozoofile Oipa Venezia
Dopo settimane di costante lavoro, monitoraggio, rilievi fotografici e assunzione di notizie da persone informate sui fatti, il Nucleo di Guardie Ecozoofile di Oipa Venezia ha disposto sequestro  amministrativo di un cane trovato denutrito a livelli estremi, da mesi maltrattato e mal detenuto.

Grazie alla collaborazione del Nucleo Operativo della Guardia di Finanza di Marghera, che ci ha segnalato il primo esposto ricevuto da cittadini per illeciti a danno dell'animale, grazie al lungo lavoro svolto dal nostro Nucleo circa l'accertamento delle condizioni di vita del cane incompatibili con le sue caratteristiche etologiche e delle segnalazioni di decine di persone evidenzianti comportamenti lesivi nei confronti dell'animale da parte del detentore, siamo riusciti con il prezioso ausilio del Comando dei Carabinieri di Marghera a trovare il detentore del cane,  resosi ormai da settimane irreperibile,  e a salvare un'animale che viveva da anni in un ambiente di estremo disagio sociale, rinvenuto denutrito all 'ultimo stadio vitale.

Maggio 2013 - Allevamenti di animali d’affezione  e di specie caprina – Apertura fascicolo in Procura
Dopo alcuni sopralluoghi svolti nell’estrema area veneziana della Riviera del Brenta, sono stati rilevati alcuni allevamenti di  animali d’affezione  e di specie caprina sprovvisti di iscrizione alle relative anagrafi, detenuti in condizioni incompatibili con la propria natura, alcuni legati con corda di meno di mezzo metro quindi sottoposti a  comportamenti e fatiche insopportabili per le loro caratteristiche etologiche.

L’intervento dell’Aulss competente è avvenuto dopo 40 giorni per il sequestro di una parte degli animali, ma é stato aperto fascicolo in Procura per evidenziare elementi rilevati durante i nostri sopralluoghi e durante le indagini di propria iniziativa.

Maggio 2013 - Forze dell’Ordine – Guardie Ecozoofile
Nel corso di indagini per le quali sono stati aperti fascicoli in Procura si è più volte rilevato la presenza di appartenenti a forze dell’ordine in vincoli di conoscenza con  trasgressori di norme a tutela degli animali, che hanno più volte reso difficile la realizzazione di appropriati sopralluoghi.
E’ stato compito del scrivente Nucleo evidenziare tali problematiche ai relativi enti di appartenenza nonché annotarle in Procura per un miglioramento delle attività di cooperazione ed evidenziare la conoscenza delle norme in tema di tutela di animali, che non sempre tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine conoscono.
Particolare riconoscimento, invece, va alle Polizie Locali di Mirano, Santa Maria di Sala e Pramaggiore, ai Carabinieri di Scorzé, Noale e Mestre-Marghera, alla Guardia di Finanza di Mestre-Marghera,  per  le collaborazioni offerte in alcuni sopralluoghi, indagini ed interventi.

Aprile 2013 - Animali in condominio e supporto ai gatti randagi
Sono stati effettuati sopralluoghi a Mestre  presso vari condomini ove veniva evidenziato la difficoltà di detenere animali a causa di inquilini che chiedevano il divieto di detenzione degli animali in appartamenti o il divieto di nutrire gatti in libertà, randagi adiacenti le abitazioni.
Si è provveduto a ricordare che sulla base dell’articolo 1138 del Codice civile – così come modificato dalla legge 220/2012 - «le norme del regolamento» condominiale «non possono vietare di possedere o detenere animali domestici».
Si è inoltre provveduto a ricordare che secondo la L. 14 agosto 1991, n. 281-
Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo all’Art 2. Trattamento dei cani e di altri animali di affezione- “ E’ vietato a chiunque maltrattare i gatti che vivono in libertà, quindi anche randagi.”

Aprile 2013 - Attività delle guardie ecozoofile
E’ stato ricordato ad alcune associazioni di gestione di gattili di fare attenzione alla corretta procedura per le adozioni e gli stalli, spesso sconosciuta

Aprile 2013 - Corso di perfezionamento a favore della Polizia Locale di Mirano
Si é tenuto in aprile il percorso di aggiornamento e perfezionamento sulla tutela giuridica degli animali d’affezione nonché procedure operative, presso il Comando di Polizia Locale del Comune di Mirano, tenuto dalla Coordinatrice delle Guardie Ecozoofile di Oipa Italia- sez. provincia di Venezia- Flego Loredana.
Il percorso ha riguardato in particolar modo la legislazione vigente in tema di tutela di animali di affezione, nonché le ultime normative introdotte, le tecniche e procedure operative sul campo in qualità di polizia giudiziaria, il traffico illecito ed il commercio abusivo di animali d’affezione, soluzioni per i tentati reati ed i tentativi di reato verso gli animali, reati abituali e a concorso necessario, elementi di polizia veterinaria.
L' interesse e la particolare sensibilità del Comando di Polizia Locale del Comune di Mirano per la tutela degli animali d'affezione ha permesso l'instaurarsi di un proficuo rapporto di collaborazione nonché di un'apporto positivo a favore degli animali del territorio comunale.

Marzo 2013 - Attività delle guardie eco zoofile
Sono stati effettuati controlli  su negozi di vendita di animali e sgombero di nomadi-accattoni nella città di Mestre e Venezia.
Sono state aperte indagini e fascicoli in Procura per detenzioni incompatibili con la natura degli animali stessi riguardanti il basso Veneziano.
Si è stati presenti a Milano, alla annuale riunione delle Guardie Ecozoofile di Oipa, per uno scambio di esperienze e conoscenze.




Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Organizzazione Non Governativa (ONG) affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione (DPI)
e al Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU

OIPA Italia Onlus
Codice fiscale 97229260159
Riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente (DM del 1/8/07 pubblicato sulla GU 196 del 24/8/07)
Sede legale e amministrativa: via Gian Battista Brocchi 11 – 20131 Milano - Tel. 02 6427882 – Fax 02 99980650
Sede amministrativa: via Albalonga 23 - 00183 Roma - Tel. 06 93572502 – Fax 06 93572503
info@oipa.orgwww.oipa.org